La vostra volontà è forte o sapiente?

(di Patrizia Bonaca) – C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà. (Albert Einstein). Questa pillola la dedico alla volontà, e cioè la volontà esiste?…E, se esiste, che tipo di volontà è?….

Spesso la volontà viene confusa con qualcosa di severo: che proibisce, condanna e reprime la maggior parte degli aspetti della natura umana  e che corrisponde alla parola DEVO…cioè si confonde con qualcosa che costa solo tanta,  tanta fatica….è proprio così oppure esiste un altro tipo di volontà?

Ebbene si, esiste la volontà sapiente! E cioè una volontà alleata dell’iniziativa e del cambiamento, che ci aiuta a realizzare i nostri desideri più sentiti. Una volontà senza sforzo, perché segue le nostre indicazioni più intime a patto che siamo in grado di riconoscerle….ed è quella che ci fa distinguere tra quello che vogliamo e quello di cui abbiamo bisogno.

Secondo il grande Assagioli, la volontà è pura esperienza e per poterla provare occorre innanzitutto essere consapevoli che esiste,  che ci appartiene e che siamo volontà…….Percepiamo di essere un soggetto vivente dotato del potere di scegliere, di costruire rapporti, di operare cambiamenti nella nostra personalità, negli altri, nelle circostanze…[1]

Immaginiamo un timoniere di una nave…….conosce la rotta della nave e la mantiene con fermezza nonostante il vento contrario, ma l’energia di cui ha bisogno per girare il timone è minore di quella necessaria a spingere la nave tra i flutti…e questa è la differenza tra la volontà sapiente e quella forte!!! La forza è solo uno degli aspetti della volontà, ma più importante e strategica è la volontà sapiente..e cioè l’abilità di ottenere i risultati desiderati con il minor dispendio di energie…

Per essere più chiara riporto un altro esempio…immaginiamo di avere una meta e per raggiungerla ci incamminiamo senza aver studiato prima una mappa precisa, questo comporterà che non potremo  approfittare dei mezzi di trasporto esistenti e di tutte le scorciatoie possibili… in pratica quello che ci mancherà è una strategia vincente!!!!

Voi come agite di solito….preparate la mappa?

Per concludere, propongo un breve esercizio, da fare preferibilmente la mattina prima di iniziare la giornata e utile a preparare la mappa di orientamento: affermate a voce alta e decisa, con semplici frasi, di essere un centro di volontà, di essere capaci di scegliere e di dirigere le proprie energie verso i desideri più sentiti…


[1] L’atto di volontà – Roberto Assagioli

Leave a Reply