La Mediazione dei Sensi

empatia1(di Salvatore Primiceri) – Quanto é possibile prevenire la nascita di un conflitto fra le persone? Abbiamo visto come la mediazione sia uno strumento valido per cura dei conflitti, facilitativo della conciliazione finale fra le parti con soddisfazione di entrambe in una logica win-win. Ma esiste un metodo che ci possa permettere di non aprire nemmeno la fase conflittuale?

I conflitti nelle relazioni umane si possono prevenire con la combinazione di due fattori: cultura e comunicazione.
La comunicazione é il primo step di conoscenza fra le persone. Ognuno di noi appare all’altro e reciprocamente scattano delle sensazioni, impressioni, a volte giudizi che possono determinare i rapporti.
Apparire é inteso come il modo in cui una persona si manifesta all’altro, sia attraverso la comunicazione verbale sia attraverso il non-verbale, elemento che secondo alcuni studiosi di PNL sarebbe di gran lunga più determinante della parola.
Il mondo della gestualità, il modo di vestire, le espressioni possono valere e significare per gli altri molto di più dei propri discorsi.
L’incontro tra le persone e le successive relazioni sono quindi determinate da una reciproca “apparenza” e non dall’io più profondo che é molto difficile da scavare e da esprimere essendo appunto la propria essenza intima.
La manifestazione di sé agli altri passa attraverso la mente del nostro interlocutore e viceversa. I molti imput che arrivano attraverso l’insieme della comunicazione verbale e non verbale vanno mediati nella nostra mente per arrivare il più possibile alla comprensione dell’altro e all’equilibrio relazionale.
Una vera e propria mediazione dei sensi é quindi il primo passaggio per approcciarsi tra di noi, per non cedere alla tentazione dei facili giudizi che aprono la porta alle incomprensioni e ai conflitti.
La cultura può aiutare e facilitare. Il contesto culturale, la nostra preparazione e la capacità di usare il buon senso che sta sopra tutto renderanno la nostra mediazione relazionale più efficace.
Certamente non é una ricetta universale per una “pace perpetua” tra gli uomini ma un metodo per aprirci e capirci meglio tentando di diminuire all’origine l’eventualità di far nascere conflitti.
Ma, operata la mediazione dei sensi, come si fa a scavare nell’io delle persone per comprenderle più a fondo, oltre l’apparire? Ne parleremo prossimamente.

Salvatore Primiceri

Leave a Reply